Localizzatori Gps per Auto Moto e per controllare Figli e Mogli

Proteggere la propria automobile dai furti è diventato facilissimo negli ultimi i tempi. Essere avvertiti sul cellulare mentre l’auto si muove è una cosa che non ha prezzo. Così come conoscere l’esatta posizione del proprio autoveicolo. Il ladri non sanno piú cosa fare!

Sono tutte cose possibili grazie ai localizzatori GPS per auto. Costano pochissimi ed in proporzione al loro costo rendono di piú di un antifurto satellitare dell’ auto. Non solo possono essere usati per evitare i furti, ma anche per controllare a che velocità vanno i propri figli con l’automobile che gli abbiamo dato e perchè no, sapere esattamente dove stanno. Questo vale anche se vogliamo seguire una moglie, marito, essere avvertiti se si sono allontanati da un percorso prestabiliti.

Sono tutte cose che si possono fare con i localizzatori, chiamati anche “gps tracker“. Vediamo da vicino cosa fanno e i migliori modelli in circolazione.

gps tracker

Come funzionano i Gps tracker

ormai sappiamo tutti come si comporta il GPS. Quasi tutti ce l’hanno integrato sul proprio cellulare o sul navigatore dell’ auto (il primo è stato il TOM TOM). Il Gps si collega tramite il satellite e trasmette la propria posizione. Sincronizzato con le mappe, ad esempio quelle gratuite di Google, abbiamo la nostra esatta posizione rispetto al mondo. Una cosa incredibile. Il GPS è utile per il traffico, per indicarci una strada e nel caso del localizzatore GPS ci fa sapere il punto esatto in cui si trova la macchina ove il “tracker” è montato.

In verità non si tratta di montarlo, non c’è bisogno di un’installazione, ma soltanto di mettere questa scatoletta in auto. Possiamo nasconderlo da qualche parte, ad esempio nel cofano. Sono veramente minuscoli, grandi quanto un accendino.

Una volta tarato, si deve ricevere solitamente un sms sul proprio telefonino, si accende ed inizia a funzionare. C’è bisogno di una sim card da comprare che invii gli sms con la posizione.

La batteria solitamente dura 180 ore in modalità economica, ovvero se invia un solo sms al giorno sul posizionamento o comunque 96 ore.

Quali modelli comprare

Abbiamo selezionato i migliori modelli disponibili sul mercato:

Incutex TK104: piccolissimo, appena 6 cm, costa veramente poco e possiede tutte le funzioni. 280 ore di uso in standby.

TK104: questa versione può essere collegato direttamente alla batteria dell’ auto e della moto per funzionare sempre, inoltre si può connettere ad un’antenna per potenziare il suo segnale e funzionare anche all’ interno dei garage.

iParaAiluRy: una versione ancora piú potenziata dei due con l’opzione “geofence” ovvero vi avverte quando l’auto esce da una zona circoscritta da voi settata, ad esempio se esce dalla città.

I modi per utilizzarlo sono tantissimi, ora vediamo quali.

Utilizzare il localizzatore Gps per un Furto

questi piccoli localizzatori sono dotati quasi sempre di un sensore di movimento. Quando la macchina si muove inviano un sms al numero predefinito. A quel punto siamo allarmati e capiamo che l’automobile è preda di un ladro. Iniziano ad inviare sms con le coordinate gps della posizione in cui si trovano. La precisione è quasi sempre massima, possono sbagliarsi di una decina di metri, ma è facile rintracciare la propria auto una volta avute le coordinate, basta farsi un giretto.

Utilizzare il localizzatore per controllare l’auto dei Figli

quando diamo l’automobile ad un figlio abbiamo sempre paura che vada veloce. Con questi gps tracker possiamo ricevere un sms se viene superata una velocità da noi impostata. Un ottimo deterrente per non farli correre. Inoltre sappiamo sempre dove si trovano. Alcuni modelli hanno anche dei sensori di “crash” ovvero di impatto, molto utili in caso di incidente.

Utilizzare il Gps tracker per controllare la Moglie

possiamo impostarli in modo che inviino un sms se la macchina esce da un determinato percorso preimpostato, oppure da un’area. Molto utile per controllare il proprio partner quando prende l’auto.

Utilizzarli per la bici o per la moto

dato che questi dispositivi sono piccolissimi, possiamo nasconderli anche sotto il sellino di una bicicletta o di una moto, utili come ottimi antifurti.

Se pensi che questo articolo possa essere utile per un tuo amico, per proteggere la sua auto CONDIVIDILO !!!!

Come Prendere un segnale Wifi a distanza di Chilometri

Con i nostri smartphone, computer portatili, tablet riusciamo a catturare un segnale wifi che si trova nelle vicinanze. Già se ci allontaniamo di qualche decina di metri diventa debole e non riusciamo piú a vedere la rete wi-fi.

Un bel problema. Può essere utile invece riceve un segnale wireless che si trova a molta distanza, anche a chilometri da noi. Pensate ad un amico che ci mette a disposizione una connessione in modo gratuito, il problema è che si trova dall’ altra parte della città. Nessun problema perchè esistono delle antenne in grado di ricevere un segnale anche se si trova lontanissimo.

Costano poco per quello che fanno. Ovviamente devono essere messe all’ esterno, fissate il piú in alto possibile. Ricordiamo che palazzi, edifici, case sono tutti ostacoli che si frappongono tra l’origine del segnale e il nostro computer.

Queste antenne sono disponibili per pc e notebook, dato che si connettono attraverso la porta Usb. Le piú potenti, che arrivano anche a 50 chilometri di distanza in campo aperto costano circa 70-80 euro, quelle che coprono circa 1 chilometro costano 30 euro.

Vediamo quali sono le migliori e le loro caratteristiche

Migliori antenne wifi internet

TP LINK TL ANT24: è un’antenna a griglia gregoriana da 24 dBi , miglori delle tipo YAGI. Riceve sul segnale 2,4 Ghz che assomiglia molto a quelle della televisione. E’ certificata per 60 chilometri, ma se non siamo all’ aperto senza ostacoli difficilmente copre queste distanze. Ad ogni modo è la piú potente di tutte, 2000 mWatt, fornita con 3 metri di filo, dobbiamo acquistare un dongle Usb per poterla connettere al Pc. Va bene anche questo modello qui (si sfila l’antennina in plastica e si innesta il cavo della TPLINK) con una prolunga di 10 metri. Si fissa all’ esterno.

antenna wifi potente

TP-Link TL-ANT2414A: un altro modello della TP link. Questa antenna è un pochino meno potente, 14 dBi, ma può essere utilizzata anche per amplificare un segnale. Molto utile se accoppiata ad un’altra antenna dello stesso modello per creare una rete wifi anche distante centinaia di metri.

Antenna wifi Usb Alfa: ottima antenna economica si connette direttamente al pc tramite USB e non c’è bisogno di driver. Funziona su Windows 10,8,7, Xp, Mac e Linux. 1 watt di potenza copre fino a 500 metri.

Come amplificare il segnale wifi

se volete “aiutare” la vostra antenna a ricevere un segnale potete prima aumentare quello alla fonte. Ci sono delle soluzioni “caserecce” come quelle di mettere dei fogli di carta stagnola attorno alle anenne del router, vedi la foto qui sotto.

antenna migliorare segnale wifi

Altrimenti ci sono i ripetitori wireless che estendono ed amplificano il segnale, ad esempio questo modello qui della NETGEAR molto efficace.

Come costruirsi un’antenna da soli

il piú famoso progetto di realizzazione di un’antenna per ricevere il wifi potente, fatto in casa è quello della Cantenna. Seguite questo progetto passo passo. Basta un tubo delle patatine o una lattina, filo di rame ed un trapano.

Mini Hi Fi Bluetooth I Migliori per ascoltare la musica

Chi ha una certa età si ricorda dei vecchi sistemi alta fedeltà di una volta. C’era il piatto per i dischi in vinile, il lettore cd, la piastra per le musicassette, il sintonizzatore per la radio, l’amplificatore e le casse. Era qualcosa di importante e faceva bella figura nelle camere o nei salotti. La musica suonava in maniera incredibile e si poteva godere di qualsiasi genere musicale: pop, rock, jazz, classica.

Oggi questi sistemi sono un po’ spariti, sostituiti da Mini Hi Fi, molto economici, dotati di bluetooth e porte Usb. La fruizione dell’ musica d’altronde è cambiata e si è fatta “liquida”. Si ascolta in streaming da Deezer o Spotify oppure tramite file mp3. I supporti come il cd sono quasi spariti anche se il vinile sta tornando di moda.

Sul mercato le marche che producono mini hifi sono quelle di tanti anni fa a cui se n’è aggiunta qualcun’altra: Sony, Panasonic, Pioneer, Onkyo, Yamaha, Philips, Lg, Samsung. Il registratore per le cassette è sparito, ma è rimasto il lettore cd.

I prezzi vanno da 80-100 euro per i modelli low cost, 200-200 per quelli medi, 200-500 per i micro hifi piú potenti. Vediamo di seguito i migliori modelli per fascia di prezzo.

Come scegliere il mini hi-fi giusto

la prima cosa da capire è : dove lo devo andare a mettere? Ovvero la grandezza di una stanza. Piú l’ambiente è grande e maggiore devono essere i watt di potenza. Altrimenti il suono è debole, siamo costretti ad alzare il volume, ma rimbomba e distorce. 30 watt possono andar bene per ambienti di circa 20 metri quadri, se avete stanze piú ampie cercate qualcosa di piú potente.

Se avete intenzione di usarlo per migliorare il suono della tv o di un’altra fonte audio accertatevi che abbia gli ingressi AUX, con il jack. Il bluetooth è fondamentale per collegare direttamente tablet e smartphone e usarlo in streaming anche con youtube.

La possibilità di staccare le casse è ottima, avete modo di posizionarle dove vi è piú comodo. Ricordate che gli altoparlanti vanno all’ altezza dell’ orecchio e non in basso e nemmeno in alto.

Sony CMT SBT40D

Sony CMT SBT40D

I Migliori Mini Hi-fi economici

Sony CMTSBT20: ottimo modello sotto i 100 euro ha tutto: lettore cd, radio, porta Usb e bluetooth. Manca l’uscita Aux, ma c’è l’ingresso, a questo prezzo non potete chiedere di piú. La potenza è di 12 watt, pochina per ambienti grandi, ma sufficiente per ambienti piccoli. Garanzia del marchio Sony.

Panasonic SC-PM250: stesse caratteristiche del modello della Sony, compreso il telecomando. Bluetooth e radio RDS.

Modelli di fascia media

Sony CMT SBT40D: si sale di prezzo, ma la potenza inizia ad essere sufficiente per ambienti piú grandi. Di certo non potete fare una festa con la musica con 30 persone ma 50 watt non sono male. Ha tutte le funzioni che ci servono con Bluetooth 4.0, telecomando e collegamento NFC.

Pioneer X-PM32: chi è che non si ricorda della casa giapponese. negli anni 70 ed 80 era leader mondiale nel settore dell’ alta fedeltà. Ancora in giro si trovano i suoi amplificatori. Frutto della sua esperienza con questo modello iniziamo a fare sul serio. Casse a 3 vie, ricevitore bluetooth, telecomando e porta USB per leggere mp3 e  wav.

Pioneer X-PM32

Pioneer X-PM32

Modelli di fascia alta

Philips BTD 7170: appena arrivato il nuovo rack della casa olandese è veramente bello da vedere. 150 watt di potenza pure che si sposano con bassi potenti grazie all’ altoparlante bass reflex. Possiamo collegare anche un subwoofer e le casse sono staccabili ed utilizzabili in altri contesti. Tutti i tipi di uscite possibile, e anche l’attacco del microfono per serate karaoke. Ovviamente bluetooth.

Sony CMT SX78: un design incredibilmente bello e pulito quello di Sony. In alluminio con potenza da 100 watt. Questo mini hi fi oltre ad avere il bluetooth e NFC, ha anche il ricevitore wifi, possiamo direttamente ascoltare la musica da servizi streaming senza passare per nessuno dispostivo. La radio non è un semplice sintonizzatore ma abbiamo la RADIO DAB.

Yuntab K03-10 Recensione ed opinioni

Il mercato dei tablet è ormai pieno di marche cinese che propongono buoni modelli a basso costo. E’ il caso di Yuntab che ha presentato il K03-10, un I tablet da 10.1″ che punta tutto sul massimo rapporto tra qualità e prezzo. Per meno di 100 euro, circa 80 euro offerta su Amazon compriamo un dispositivo mobile di tutto rispetto che monta Android 4.4.

Il display IPS touch screen ha una risoluzione di 1280×800 pixel e vanta una buona luminosità e contrasti accentuati. Dispone poi di un modulo 3G per la connessione a Internet in mobilità e a questo prezzo difficilmente troviamo modelli che possiedono questa caratteristica. Ci colleghiamo al Web anche quando non siamo in presenza di una rete Wi-Fi. Possiamo addirittura sfruttare due SIM con piani tariffari e operatori differenti. La capacità di archiviazione è di 8 GB, ma arriviamo a 32 GB con una scheda microSD. E’ dotato anche di Gps e sensore a 3 assi.

yuntab

L’unica vera delusione di questo tablet è la fotocamera. Quella posteriore che dovrebbe funzionare da principale ha una risoluzione di soli 0.3 Megapixel. La frontale, invece, scende a 0.2. In entrambi i casi, hanno scarse prestazioni, ma comunque sono sufficienti per video chiamate con Skype, scarse se intendete fare foto e video.

Yuntab è un produttore cinese. A fronte di prezzi davvero vantaggiosi, ci offre dispositivi di tutto rispetto. Naturalmente dobbiamo essere disposti a rinunciare a qualcosa. Le fotocamere, per esempio, hanno risoluzioni davvero basse. La qualità costruttiva non è delle migliori, ma possiamo comunque giocare a giochi in 3d leggeri e vedere video in Hd direttamente da Youtube. La batteria non ha una durata eccezionale ma è comunque da  è da 500 mAh sufficiente a garantire 4-5 ore di autonomia con wifi acceso e luminosità al 60%.

Tutti i modi per Estendere il segnale wifi Internet

Capita spesso che il segnale wifi non arrivi in una stanza o in un luogo della nostra casa, oppure che sia così debole da rendere lentissima la connessione. Può accadere ad esempio in un una villa, al secondo piano, perchè lontano dal router adsl principale.

In questo caso, per aumentare la copertura e la potenza del segnale, ci sono due soluzioni. Utilizzare un ripetitore wifi , wireless repeater , oppure utilizzare le normali prese della corrente elettrica per creare una WLAN (Powerline).powerline

Se vogliamo usare il segnale wifi ed amplificarlo basta comprare un wireless extender. Il Tp-Link TL-WA850RE ad esempio costa molto poco, lo trovate in offerta al link indicato su Amazon. Molto semplice da usare: basta schiacciare un tasto, trovare il nostro wifi, mettere la password e lo stesso verrà amplificato.

Il ripetitore d Tp-Link è dotato anche di presa Ethernet per essere collegato a smart tv che così possono connettersi ad Internet. E’ utilizzabile anche per portare il segnale wireless all’ aperto, fuori casa, lì dove magari c’è una telecamera di sorveglianza controllata da smartphone che fa anche da antifurto.

Creare una rete Lan utilizzando la rete elettrica di casa.

Il principio di funzionamento della Powerline è semplice: dovremo semplicemente provvedere a collegare un adattatore al router, affinché i dati possano essere trasferiti attraverso i cavi elettrici di casa. Potranno essere posizionati anche altri adattatori nei punti dove è richiesto un collegamento con la rete. Questi dispositivi provvederanno a ripescare i dati dalla linea elettrica. Fino ad oggi uno svantaggio di questa tecnologia era costituito dal fatto che i dispositivi entravano in collegamento con la rete solo tramite cavo LAN perché in effetti lo standard Powerline non prevede una rete Wi-Fi.

Con i nuovi adattatori Power-line per WLAN la situazione cambia, poiché essi si creano una propria rete. In tal modo è quindi possibile, collegare smartphone, notebook o tablet, che non dispongono di una porta di connessione per la LAN. Si collegano al router e a Internet attraverso l’adattatore WLAN e la linea elettrica e, inoltre, anche agli altri dispositivi della LAN domestica, come una stampante o un disco virtuale on-line.

Gli adattatori con funzione WLAN, ad esempio il dodocool 300Mbps, costano un pochino di più.Il costo eccedente si ricompensa, però, quando la rete smette di funzionare in alcune stanze a causa della presenza di ostacoli o in appartamenti e abitazioni molte ampie. I kit adattatori offrono anche un altro vantaggio rispetto ai ripetitori WLAN, la cui velocità di trasferimento dati dipende fortemente dal punto in cui sono stati posizionati. Quanto più lontani saranno collocati dal router, tanto più bassa sarà la velocità.

Come funziona l’installazione della lan su rete elettrica?
Per ogni abitazione sono necessari almeno due adattatori. L’adattatore semplice Powerline viene posizionato sul router, mentre il modello con funzione di WLAN può essere collocato in ogni punto, dove è richiesta una buona rete WLAN. Grazie ad una password standard preimpostata, gli adattatori stabiliscono il collegamento crip-tato attraverso la linea elettrica. Tale password andrà modificata solo se utilizzeremo prese di corrente esteme. In caso contrario, gli utenti non autorizzati potranno connettersi alla nostra LAN di casa, inserendo un adattatore Powerline.

Ricevere un segnale wifi a diversi chilometri

se dobbiamo captare una rete wireless che è molto distante, anche a chilometri, dobbiamo dotarci di un’antenna potente da collegare al nostro PC. La migliore sul mercato è la Melon con cavo da 10 metri.E’ veramente una potenza, ma va montata all’ aperto (è impermeabile). Il cavo va fatto passare internamente e si connette alla porta USB. Ben 36dBi di potenza di ricezione del segnale.

Tablet per Bambini guida all’acquisto dei Migliori Modelli

Se stai pensando di regalare un tablet per bambini a tuo figlio ti sarai sicuramente accorto che nel mare delle offerte non è facile trovare quella migliore al giusto prezzo. La fetta di mercato dei dispositivi touch dedicata ai più piccoli è grande, ed è per questo motivo che i produttori realizzano velocemente nuovi modelli con caratteristiche e prestazioni sempre maggiori.

Facendo un semplice confronto tra i dispositivi pensati per adulti quelli per i più piccoli, però ci si accorge che non sempre il prezzo di questi ultimi è adeguato alle loro caratteristiche tecniche. I motivi possono essere molti e tra tutti ci sono:

  • lo studio del design ergonomico
  • la realizzazione dell’interfaccia grafica studiata per i più piccoli
  • i maggiori costi pubblicitari per la promozione del prodotto

Certo che per i figli non si bada a spese ma prima di spendere centinaia di euro per un tablet educativo è bene valutare tutte le possibili alternative.

Una di queste sicuramente è acquistare un tablet per adulti e installare un’interfaccia adatta ai più piccoli che garantisca semplicità e sicurezza nell’utilizzo.

Quali caratteristiche deve avere un tablet per bambini?

Beh, la risposta è semplice! Deve essere innanzitutto sicuro, maneggevole, semplice da utilizzare, bello da vedere! Sembra difficile trovare un tablet con tutte queste caratteristiche? Io credo di no!

Esistono diverse interfacce grafiche gratuite che forniscono un controllo totale sul dispositivo da parte dei genitori e permettono di migliorare l’esperienza d’uso del bambino. Vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

  • Sicurezza: è importantissimo bloccare la connessione ad internet per evitare la navigazione si siti inappropriati e per evitare che vengano installate app non educative. Molte interfacce grafiche forniscono un controllo totale sulla connessione e permettono inoltre di scegliere quali app possono essere avviate e quali no. Un’altra caratteristica importante è il timer di utilizzo. E’ possibile impostare un tempo massimo oltre il quale il dispositivo si blocca e non permette più l’avvio delle app se non attraverso l’immissione di un codice pin.
  • Maneggevolezza: il tablet deve essere leggero e di piccole dimensioni per poter essere facilmente maneggiato dai più piccoli. La dimensione massima consigliata è di 9” ma per i più piccoli un 7” è decisamente meglio. Un’altra caratteristica importante è l’ergonomia. Un tablet per i più piccoli non deve essere scivoloso ma deve essere fatto in modo da permettere una presa sicura.
  • Semplicità d’uso: i pulsanti di accensione e del volume non devono essere nascosti o difficili da premere e le icone devono essere grandi, colorate e semplici da identificare.
  • Esteticamente gradevole: il dispositivo dovrebbe essere di un colore vivace ed così anche l’eventuale custodia. Ovviamente anche l’interfaccia grafica deve essere colorata, composta da icone grandi, colorate, semplici da identificare, e collocate in un contesto di facile utilizzo.

Interfacce grafiche per bambini

Di seguito ti riporto un elenco delle più diffuse interfacce grafiche per Android dedicate ai più piccoli. Ognuna di queste ha caratteristiche interessanti che puoi decidere di utilizzare per personalizzare l’interfaccia d’uso del tablet.

Kids Place – Parental control

kids_place

E’ l’interfaccia che utilizzo per il tablet di mio figlio di quattro anni. E’ semplice da utilizzare e configurare. Permette di selezionare le app avviabili dal bambino, blocca le connessioni ad internet e dispone di un timer personalizzabile che blocca il dispositivo fino all’inserimento di un pin numerico.

Modalità Bambino

Modalita_bambino

Come la precedente permette di selezionare i contenuti visibili al bambino. Dispone di alcune app preinstallate a corredo espressamente pensate per i più piccoli come app per disegnare e colorare, libri di fiabe illustrate che genitori e parenti possono leggere e anche registrare.Inserendo l’indirizzo email del genitore, la app invia settimanalmente un report della attività del bambino. Per funzionare richiede Flash Player.

Care4Teen – Parental Control

care4teen

Nata come applicazione per Windows questa app è pensata per il controllo dei figli più grandi ma la inserisco nell’elenco perché dispone di utili caratteristiche. Permette come le altre, di bloccare l’esecuzione di determinate app, dispone di  un browser sicuro per la navigazione in internet e tramite il modulo gps del tablet permette di monitorare la posizione sul territorio. Dispone inoltre di un sistema di reportistica che tiene traccia dei siti visitati, delle app utilizzate e delle chiamate effettuate se il dispositivo è dotato di sim.

I migliori Modelli

clempad5

clempad5

Clementoni Clempad 5.0 Plus: possiamo mettere al primo posto questo modello che costa poco piú di 100 euro. Monta Android Lollipop 5.02, ha 8 GB di spazio di archiviazione , 1 Gb di Ram,, Wi-Fi, MicroUSB, Micro SD slot, jack cuffie; fotocamera: anteriore 0.3 Megapixel, posteriore da 2.

lisciani_tablet

Lisciani Mio Tab Smart Kid HD: un altro ottimo modello un pochino piú economico rispetto al precedente. E’ rivestito da un guscio in gomma per proteggerlo da cadute ed urti accidentali. Ha 120 applicazione per bimbi già installate, la versione di Android è la 4.4, memoria flash 8 GB, memoria ram 1 GB, processore Quad Core, doppia camera 2.0 e 0.3 megapixel.

iruru

iruru

iRULU BabyPad Y1 Tablet PC Kid-proof: poco piú di 50 euro per questo tablet, il piú economico che c’è sul mercato. Ottime le prestazioni, 7 pollici risoluzione 1024 * 600, 8 Gb di storage espandibile a 32 Gb tramite scheda SD. E’ un pochino piú lento e meno performante rispetto ai primi due, ma costa la metà. Anche in questo caso presente il bumper di protezione contro le cadute. Disponibile in colore rosa per femminucce o azzurro per maschietti.

 

 APP consigliate per i più piccoli

Riporto un breve elenco delle app educative che consiglio di installare sul tablet di un bambino dai 3 ai 5 anni. Poiché di app di questo tipo ne vengono sviluppate decine ogni settimana, l’elenco non vuole essere esaustivo ma solo uno spunto per chi vuole creare da se il tablet per il proprio bambino.

Disegni da colorare

Gioco educativo per bambini in età prescolare che mette a disposizione più di 600 disegni da colorare con gli strumenti touch che il bambino utilizza per dare sfogo alla sua creatività

12 Giochi educativi per tutte le età

In un unica app 12 giochi adatti a tutte le età. Il bambino impara le associazioni, a riconoscere 100 animali a risolvere labirinti e molto altro ancora. Sviluppa e stimola le capacità logiche e cognitive

Gioca e impara a contare

Un gioco per assimilare i concetti fondamentali della matematica. Il bambino impara ad associare le quantità alle cifre giocando in un ambiente vivace e divertente.

Puzzle Matematica

Imparare a contare e ad associare i numeri alle quantità trascinando le cifre al posto giusto. Impara le operazioni di base dell’aritmetica addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione associando concetti semplici in un ambiente familiare e divertente.

Conclusioni

In questo articolo ti ho spiegato come risparmiare sull’acquisto di un tablet per bambini modificando e personalizzando l’interfaccia grafica di un tablet tradizionale. Con questo sistema puoi adattare il tuo dispositivo alle diverse esigenze del tuo bambino, modificandone nel tempo le app installate e la veste grafica. A presto!

L’Autore

Sono Giuseppe Fava, sono appassionato di informatica dall’età di 8 anni e da più di 20 mi occupo di sistemi informatici, sviluppo e web. Ho partecipato a trasmissioni radiofoniche come esperto di sicurezza e ho collaborato con riviste nazionali del gruppo Edizioni Master. Dal 2014 scrivo sul mio blog di hosting wordpress e di informatica proponendo brevi guide pratiche sull’utilizzo delle nuove tecnologie.

Il nuovo Fire di Amazon a 60 euro le caratteristiche e le prestazioni

E’ finalmente arrivato in Italia il nuovo tablet di Amazon il FIRE, in offerta a 60 euro. È stato lanciato lo scorso 30 settembre. Il suo punto di forza è senza dubbio il prezzo: per 60 euro ci portiamo a casa un ottimo tablet da 7 pollici con risoluzione di 1024×600 pixel (171 ppi) con connessione wifi. Pesa appena 313 grammi.

Si tratta di un tablet pensato soprattutto per connettersi con i libri in vendita su Amazon, proprio per questo le specifiche tecniche sono ottimizzate per la consultazione di riviste e la lettura di libri, ma anche per la navigazione in Internet e l’uso della maggior parte delle App.

amazon_fire 60 euro

II processore è a quattro core con frequenza di 1.3 GHz. Il Fire fornisce un’archiviazione sulla Cloud con spazio illimitato mentre la memoria interna è da 8bg espandibile, tramite una microSD, a 128 Gb. Ma è soprattutto molto resistente. Questo tablet è stato sottoposto a prove di caduta, in cui sembra si sia contraddistinto per essere quasi piú resistente il doppio di un Ipad Air 2.

 

I Fire fanno parte della famiglia di tablet prodotti da Amazon. A questi, si affiancano poi i lettori di e-book che tuttavia sono dispositivi diversi e pensati esclusivamente per la lettura di libri digitali. I Fire sono due: il nuovo modello di cui abbiamo appena parlato e il Fire HD 6 con display da sei pollici e risoluzione Full HD da 1920×1080 pixel. Quest’ultimo è poi disponibile in due varianti: da 8 e 16 GB. con possibilità di sfruttare spazio illimitato sulla Cloud. Il prezzo del primo è di 100 euro, mentre il secondo si attesta sui 120 euro.

specifiche tecniche Amazon Fire Amazon Fire HD 6 Amazon Fire HD 8
Luminosità massima 328 cd/m2 390 cd/m2 534 cd/m2
Massimo livello di nero 0.24 cd/m2 0.30 cd/m2 0.50 cd/m2
Massimo ratio contrasto 1366:1 1,300:1 1068:1
Risoluzione 1,024×600 1,280×800 1,280×800
Pixels-per-inch (ppi) 169ppi 251ppi 189ppi

Prestazioni

il FIRE non è così malaccio come si potrebbe pensare. Semplici giochi  come Cut the Rope e Angry Birds giranoe senza problemi. Ci volgiono alcuni secondi per caricare un file di grandi dimensioni se molte applicazioni sono aperte in background. Giochi come Dead Trigger 2 e Hearthstone richiedono da 15 a 45 secondi per caricare. Girano sufficientemente bene anche se il movimento grafico non è così fluido.

DURATA BATTERIA:

Il test della batteria consiste in loop di un video a 720p in modalità Aereo ad una luminosità di 160 candele fisse per metro quadrato, che è circa un po ‘più della metà della luminosità.Il FIRE si è spento dopo 12,5 ore, insomma una buona prova.

Lenovo A7-50 Recensione del piccolo Tablet Economico

Il gigante dell’ elettronica Lenovo ha da poco presentato un piccolo tablet da 7 pollici di fascia economica dalle prestazioni interessanti. Si chiama A7-50 e si trova in offerta su Amazon a poco piú di 100 euro. La cosa interessante è che dispone di serie della connessione 3G per collegarsi ad Inernet tramite sim telefonica. Per il resto è molto leggero, appena 322 grammi e molto maneggevole.

Il sistema operativo che monta è Android 4.2 Jelly Bean. Può poi essere aggiornato ad Android 4.4 KitKat. È perfetto per navigare in Internet e rimanere sempre connessi sia sfruttando la connessione wifi che la Rete mobile 3G.

Hardware 

Il processore di questo tablet è un MediaTek 8121 MT8382 a quattro core con frequenza di 1.3 GHz che integra un ARM Cortex A7 insieme ad un Mali-400 grafica MP2 e b / g / ne Bluetooth 4.0 hardware GPS, 3G, Wi-Fi. C’è anche 1GB di RAM e 16GB di memoria integrata che può essere espansa tramite lo slot per schede microSD.La RAM, invece, si attesta su un solo GB. Non si tratta di una configurazione particolarmente potente, ma siamo di fronte  ad un prodotto di fascia economica.

lenovo_a7-50

 

Ha una fotocamera da 5 megapixel senza flash sulla parte posteriore, e una da 2 megapixel nella parte anteriore.

I giochi in 3D girano ma senza esagerare in dettagli mentre il play dei video non presenta problemi su quelli a 720p e anche a 1080p, seppure con qualche difettuccio in quest’ultimo caso.

Lo schermo è buono, ha una risoluzione di 1280×800 pixel, anche se non brillante, non è facilmente leggibile alla luce solare diretta.Se siete abituati a uno schermo di smartphone ad alta risoluzione, noterete che il testo sembra più frastagliato. Il display da 7 pollici ha una risoluzione di 1280×800 pixel.

La quantità di memoria per archiviare i nostri dati è di 16 GB che può essere espansa fino a 32 GB.

Il Lenovo IdeaTab A7-50 come detto ha un peso di soli 322 grammi. Possiamo quindi portarlo in giro con la massima comodità tenendolo in borsa o nello zaino. La batteria da 3,450mAh ha una durata di circa 8 ore. Se però facciamo un uso intensivo della connessione 3G potremmo rimanere a secco di energia in meno tempo. Tra le applicazioni incluse che Lenovo mette a disposizione, troviamo l’antivirus Norton Mobile Security. Route 66 Navi + Maps. Kinsoft Office e UC Browser.

Controllare a Distanza la Casa con Videosorveglianza e Tablet

Le nostre proprietà, la casa, un ufficio, un negozio possono essere oggi controllati a distanza, da Internet, con estrema facilità. Possiamo sorvegliarli con pochi euro grazie ad una telecamera e ad una “app” specifica, il tutto comandato con il nostro smartphone o tablet.

Configurare una telecamera di sorveglianza IP è molto semplice. Basta collegarla ad Internet, attraverso il segnale Wi-Fi, oppure attraverso la porta Ethernet direttamente al router casalingo . Queste telecamere di sorveglianza si configurano attraverso il pc, con apposito software, iniziano a trasmettere video ed immagini della zona ripresa sin dal primo minuto .

videosorveglianza_con_tablet


Una volta collegate ad Internet, tramite un’apposita applicazione, possono essere gestite da smartphone tablet
. La differenza tra una buona telecamera ed una economica sta tutta nella risoluzione, e nel sensore ottico utilizzato. Ci sono telecamere in grado di effettuare riprese anche con pochissima luce o al buio, riprendono poi in alta risoluzione, ddirittura in full HD.

A noi, per controllare la nostra casa semplicemente, basta anche una risoluzione minima, in VGA, 640 × 480 pixels. Inoltre possono riprendere anche di notte, con l’aiuto di led posti nell’ ottica. L’aspetto più importante di queste telecamere è che possono individuare il passaggio di un movimento umano. Sono dotati infatti di un rilevatore di movimento a raggi infrarossi, che riesce a catturare la temperatura di un corpo umano al suo passaggio. La cosa buona che sono in grado di distinguerli anche da quelli di un animale, di un cane un gatto che abbiamo in casa oppure in giardino. Ciò evita i falsi allarmi che possono presentarsi in queste situazioni.

ISpy connect è un software gratuito, alcune feature sono a pagamento, disponibile per Android, ma anche per Apple Ios e Windows pc compatibile con tantissime videocamere di sorveglianza, qui c’è la lista. La personalizzazione è massima e possiamo impostarlo in modo che inizia a registrare e conservare i video della telecamera all’ accadimento di un evento, esempio il passaggio di una persona.

dlink

Come Creare un Sistema di Videosorveglianza Economico

innanzitutto dobbiamo comprare la telecamera. In offerta su Amazon c’è la DLINK DCS-942L a meno di 100 euro.

Si tratta di una telecamera wireless molto piccola, misura appena 27,2 x 60 x 96 mm e che funziona anche in notturna grazie ai 4 led disposti sull’ottica. Si collega in maniera semplice al router di casa ed inizia a trasmettere. Possiamo anche registrare su mini Sd le immagini e anche i suoni visto che è dotata di microfono.

In maniera autonoma, inizia ad inviare un messaggio, un alert via app al passaggio di un movimento di un intruso, è dotata infatti si sensore Pir, può quindi essere utilizzata come un antifurto per la casa in piccolo. A quel punto possiamo metterci in diretta a vedere le immagini trasmesse direttamente dalla camera.

E’ possibile anche l’ascolto di ciò che avviene nella zona. La qualità delle immagini della DCS-942L è accettabile , con colori forti e moto ragionevolmente uniforme a 30 fotogrammio. La fotocamera funziona anche al buio, anche se il sensore di luce potrebbe essere innescato un po ‘troppo facilmente.

Lg G Pad V400 recensione del Tablet economico da 7 pollici

Anche la casa sudcoreana Lg si è tuffata nella produzione di tablet. Oggi effettuiamo la recensione del LG G-Pad V400 un modello economico da poco piú di 100 euro da 7 pollici. Questo prodotto offre prestazioni soddisfacenti a un prezzo davvero concorrenziale.

Il G Pad è un classico tablet di fascia media. Ha un processore Qualcomm da 1.2 GHz con Adreno 305 GPU che viene accoppiato a 1 GB d RAM. Le prestazioni sono buone fin tanto che non usiamo applicazioni particolarmente impegnative. Tra questi, i giochi 3D sono quelli che mettono più in difficoltà il dispositivo. Per tutte le altre attività, come la navigazione in Internet, il lavoro con App mobile e l’uso multimediale, è perfetto, il display IPS è particolarmente luminoso e può contare su un’ottima risoluzione di 1280×800 pixel. La nitidezza, il contrasto e i colori sono formidabili.

lg_gpad

Le dimensioni sono piuttosto contenute. Il peso, infatti, si ferma a soli 295 grammi. Possiamo così tenerlo con una mano sola senza risentire di alcun fastidio. Lo spazio a nostra disposizione per archiviare i documenti è di 8 GB, esapndibile tramite micro SD. Se però non dovesse bastare, è sufficiente rivolgersi ai numerosi servizi Cloud come DrobBox o OneDrive di Microsoft. Android. infine, è in versione 4.4 KitKat.

Connettività Wi-Fi a/b/g/n (manca la possibilità di collegarsi tramite sim con 3G), bluetooth 4.0, S-Gps e anche la porta infrarossi per utilizzare il tablet come telecomando.

Doppia telecamera, frontale da 3,15 megapixel e non è dotata di led flash e posteriore da 1.3 Mpixel. Presente l’opzione Miracast (per utilizzare il tablet su un televisore compatibile per vedere film in streaming e video.

1 2 3 7